Template Tools
Sabato, 21 Luglio 2018
Stop al Senato sullo Ius soli PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Notizie - Politica
Martedì 12 Settembre 2017 12:39

Pd: "Non c'è maggioranza"
Il provvedimento sparisce dal calendario del Senato. I dem: "Non abbiamo la maggioranza per approvarlo"
Luca Romano  - ilgiornale.it

Fino alla fine di settembre la discussione sullo Ius soli resterà congelata. Il provvedimento che agita in questo momento opposizione e maggioranza non risulta nel calendario del Senato per le prossime due settimane.

E a darne notizia è stata proprio la conferenza dei capigruppo a palazzo Madama. A svelare il motivo del rinvio è stato proprio il capogruppo a Palazzo Madama per il Pd, Luigi Zanda: "Lo Ius soli in passato è stato calendarizzato su nostra richiesta ma le leggi per essere approvate hanno bisogno di una maggioranza e in questo momento la maggioranza non c'è". Poi ha aggiunto: "Anche i gruppi che lo hanno votato alla Camera mostrano di non volerlo votare al Senato. Confido che il lavoro politico possa portare a una soluzione positiva del problema. Noi lo vogliamo approvare e per approvarlo sono necessari i voti". E sul rinvio è intervenuto anche il senatore della Lega Nord e vicepresidente del Senato, Roberto Calderoli: "Per fortuna lo ius soli per ora è sparito dal radar dell'agenda parlamentare, anche se il Pd dice che verrà esaminato quando ci sarà una maggioranza in grado di poterlo approvare e questo significa che non lo si affronterà mai, perché non solo sullo ius soli non c'è una maggioranza nel Paese, perché la stragrande maggioranza di cittadini è contraria, ma non c'è neppure una maggioranza in un Parlamento di transfughi". Chiara anche la posizione di Forza Italia con le parole del capogruppo al Senato, Maurizio Gasparri: "Lo Ius soli è stato posposto perchè la maggioranza ha dei problemi. Non c’è la discussione in calendario nelle prossime settimane perchè non ci sono le condizioni numeriche. Ne prendiamo atto positivamente".

Intanto il Giornale prosegue la sua campagna per fermare la legge con una raccolta firme a cui possono partecipare tutti i lettori mandando una mail a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Aiutaci ad informarti meglio visitando il sito: www.rivistalagazzettaonline.info  

Ultimo aggiornamento Martedì 12 Settembre 2017 12:52
 

Ultime Notizie

Libia, scontro Salvini-Ue
Il ministro dell'Interno: "Riconoscere Libia porto sicuro". Ma... Leggi tutto...
Migranti, Seehofer si dimette. Il governo Merkel è in crisi
Migranti, Seehofer si dimette. Il governo Merkel è in crisi Il ministro... Leggi tutto...
In arrivo il "decreto dignità". È una stangata sulle aziende
"Multe" alle imprese che vanno a produrre all'estero. Contributi più... Leggi tutto...
Elezioni e vertici, i 10 giorni che cambiano l'Unione
Elezioni e vertici, i 10 giorni che cambiano l'Unione Incontro Merkel-Macron,... Leggi tutto...
Governo, Salvini non tratta più
"Savona è il mio ministro" Il comizio di Salvini da Martinengo:... Leggi tutto...

Rivista La Gazzetta

 
Edizione 41
La Gazzetta 41
 

40 | 39 | 38 | 37 | 36 | 35 | 34 | 33 | 32

31 | 30 | 29 | 28 | 27 | 26 | 25 | 24 | 23

22 |