Template Tools
Mercoledì, 20 Giugno 2018
Xylella: l’intero comparto agricolo è oggetto di selvagge speculazioni PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
Notizie - Culinaria
Venerdì 17 Aprile 2015 14:19
Roma,17.4.15

Francesco Pellicori, responsabile del Dipartimento Ambiente ed Energia di Federcontribuenti: ”l’intero comparto agricolo è oggetto di selvagge speculazioni. Non esiste che un patrimonio come lo sono gli olivi della Puglia ricevano un simile trattamento dal governo italiano come da quello europeo. Se c’è un problema lo si deve risolvere e se esiste una epidemia la si deve combattere. Troppo comodo spezzare le gambe a 200 mila aziende per 7.500 posti di lavoro eliminando 11 mila piante di ulivi. La Francia non vuole le nostre piante? Che venga condannata dalla UE per discriminazione!
La vicenda della xylella in Puglia contiene enormi assurdità e la prima riflessione fa nascere spontanea la domanda di come sia potuto succedere che, una serie di piantagioni che hanno sfidato il tempo per secoli, in alcuni casi millenni, in brevissimo tempo vengono aggrediti da una epidemia tanto incurabile da fare adottare la soluzione più drammatica, abbattere senza scrupolo.
Non c’è pace per la nostra industria agroalimentare che, ricordiamolo, raccoglie le nostre antiche eccellenze culinarie, le stesse che ci hanno reso famosi nel mondo. Per gli ”stranieri” è facile dire ”distruggiamo gli uliveti pugliesi”, l’olio di oliva lo faremo altrove. Ancor più fastidio lo proviamo verso i nostri governi, locale e il nazionale, incapaci di difendere ad oltranza le nostre maestrie, le nostre risorse. Non si tratta di mero sentimetalismo, l’industria agroalimentare italiana è sotto attacco da decenni, ma ora si sta toccando il fondo e si sta mettendo a rischio un intero comparto.
Il batterio Xylella è stato importato, se in buona o cattiva fede è al vaglio della magistratura, ed è un insetto innocuo ad ammalare le piante: un insetto conduttore del batterio. Un focolaio in Puglia si era individuato già del 2012, perchè tale ritardo nel correre ai ripari? Per contenere l’insetto e quindi l’epidemia è necessario ricorrere a trattamenti insetticidi specifici, all’erpicatura e aratura perche’ in questa fase l’insetto si trova sull’erba, da maggio in poi sviluppa le ali e l’unico modo per contenerlo è tramite trattamenti insetticidi. La Puglia è il primo produttore dell’olio di oliva con circa 172 tonnellate di prodotto annuo, parliamo del nostro olio. ”La pianta delle olive è una pianta tenace, resistente e il suo sviluppo è velocissimo, una pianta che ha la capacità di riedificarsi sulle proprie radici in breve tempo - ci spiega il dott.re Pellicori -, ciò significa che per combattere ed eliminare la Xylella andrebbe programmato un piano serio ed energico, senza mai perdere di vista la salvaguardia della cultivar esistente, ponendo divieto assoluto nella piantagione di piante dalla genetica non autoctona. Ovviamente nella programmazione di detto percorso è fondamentale il sostegno e la salvaguardia dei nostri agricoltori, sostegno che i Governi locali, unitamente al Governo nazionale, devono imporre alla UEI nostri agricoltori hanno bisogno di vedersi congelare fino al rientro dell’emergenza epidemiologica le scadenze fiscali, la UE deve dare fondi per aiutare questa guerra batterica e la politica locale e nazionale deve iniziare a comprendere la necessità di controllare, come avviene in ogni altro Paese, cosa viene importato. Specialmente in tema di piante, semi e prodotti agricoli e alimentari”.
Abbiamo un estremo bisogno dei nostri contadini e agricoltori, invece è come se da tempo fosse stato avviato un disegno pernicioso che mira a distruggere antichi quanto amati patrimoni, che per lunghi secoli sono stati fonte di sostegno ed hanno permesso percorsi di crescita e progresso, generando nei territori quel senso di autonomia che purtroppo non piace molto a chi da tempo sta cercando di consolidare dei monopoli assoluti, in modo da stabilire le sorti di intere Nazioni e delle popolazioni relative.

photos.eppo.org
 
 
Roberta Lemma
3391320320

All'Ombra della Piramide

AIUTACI AD INFORMARTI MEGLIO VISITANDO IL SITO: www.rivista.lagazzettaonline.info

Ultimo aggiornamento Giovedì 16 Aprile 2015 23:30
AIUTACI AD INFORMARTI MEGLIO VISITANDO IL SITO: www.rivista.lagazzettaonline.info
 
 

Ultime Notizie

Culinaria news: cappelletti
 Culinaria news Produção da massa é oferecido por tradicional... Leggi tutto...
Terremoto, un'amatriciana nei ristoranti per aiutare le imprese
Roma, 25 ago. (askanews) - Un'amatriciana per sostenere la ricostruzione. Anche... Leggi tutto...
"L'arte della tavola"
Tradizione, cultura e storia nel piatto,  è il cooking show aperto... Leggi tutto...
IL “CONTONNO” CALLIPO ELETTO PRODOTTO DELL’ANNO 2015 PER LA CATEGORIA CONSERVE
NELLE SUE DUE VERSIONI “TONNO E FAGIOLI” E “VERDURE GRIGLIATE... Leggi tutto...
E' querelle su Amatriciana, Accademia Cucina boccia bucatini
Comune Amatrice Vs Cracco per ricetta con aglio (di Alessandra Moneti) ... Leggi tutto...

Rivista La Gazzetta

 
Edizione 41
La Gazzetta 41
 

40 | 39 | 38 | 37 | 36 | 35 | 34 | 33 | 32

31 | 30 | 29 | 28 | 27 | 26 | 25 | 24 | 23

22 |

Culinaria

Gelati, gli italiani spenderanno due miliardi di euro
Oltre 600 gusti disponibili nelle oltre 36mila g...
Pranzo con tartufo bianco regalo del Papa
Risotto, pasta al forno, carne e tanto tartufo b...